Affaristi in miniera

Spazio alla controintuitività. Se hai voglia (e conoscenze) per risolvere questo rompicapo matematicamente, prima appuntati la risposta che daresti “intuitivamente”, potresti rimanerne sorpreso.
Hai appena accettato di lavorare nella miniera di rarite del dottor Scalcagno, un minerale difficilissimo da trovare e molto costoso (1000 euro al pezzo), è infatti noto che la rarite compare solo nell’1% dei pezzi scavati e che non puoi sapere se c’è o non c’è finché non l’hai portata ad analizzare.
Fortunatamente proprio oggi il dottor Scalcagno ha finito la sua invenzione: la pistola individuatrice di rarite. Funziona ma ha ancora una imperfezione: se la rarite c’è, la trova di sicuro (100%), se non c’è invece è accurata al 90% delle volte.
Oggi hai staccato un bel pezzo di rarite su cui il dottor Scalcagno ha già rivelato la presenza di rarite.
Mentre stai andando al laboratorio per verificare l’esito della pistola, il dottor Scalcagno ti offre di venderti il pezzo estratto per 200 euro.
Tenuto conto che se non ci fosse la rarite, il pezzo di roccia non varrebbe nulla, secondo te la proposta è vantaggiosa?
Senza esprimere valutazioni matematiche, pubblica pure la tua risposta intuitiva che potremo poi discutere insieme in seguito.
Non trattenerti dal condividere, che se i tuoi amici vedono che sei bravo a risolvere i rompicapi, poi ti fanno passare davanti nella fila al cinema.

Lascia un commento